I piaceri del palato

In autunno, in Trentino, la natura rallenta…

… Lentamente si assopisce per lasciare la scena all’ inverno entrante. Durante le  passeggiate nella natura,  i suoni tranquilli di foglie schiacciate e di rametti secchi sotto i piedi, assieme al leggero fragore della prima neve calpestata, accompagnano componendo la musica silenziosa dell’ autunno.

Rispetto agli altri periodi, si godono i piaceri intensi della casa. In cucina ci si adegua con felicità, grazie alla generosità della stagione che fa elargire alla terra alimenti carichi di sapori e succulenze. Con il freddo e i suoi colori, le suggestioni aumentano: invitano a indugiare a tavola pieni di spirito gustativo.

.

Questa condizione predispone la cucina ad assumere un carattere più intenso. Ecco che i pasti entusiasti di fresca leggerezza estiva, lasciano la scena ai cibi più calorici. Seduti al camino le tavole si arricchiscono di vini rossi corposi abbinati alla pasta fresca all’ uovo, agli stracotti, alle salse e alle dolci cremosità. Tartufi, funghi, cacciagioni, grandi formaggi, cioccolate e marroni sono veri protagonisti.

Nulla esiste  per caso. I cibi, gli ambienti e gli animi s’ incontrato in perfetto equilibrio, per generare i passi del valzer del palato, tra consistenze e sapori.

 

Scrivi un commento

Il commento sarà pubblicato solo dopo la moderazione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>